FAQ -  Frequently Asked Question

 

Qui di seguito riportiamo alcune delle più comuni domande che ci vengono poste

 

- Quanto tempo ci vuole ad imparare le tecniche di Krav Maga per difendersi?

Il tempo dipende dalla risposta soggettiva  di una persona ad acquisire la determinazione  e la consapevolezza  di sapere prevenire di un’aggressione, in modo da saper rispondere (emotivamente e fisicamente) adeguatamente ad ogni situazione ostile.

Fin da subito si cerca di incentivare a lasciar andare l' aggressività (da non confondere con la violenza)  e allo stesso tempo controllarla; la tecnica è  solo un mezzo,  ci si può anche difendere pur non sapendo bene la tecnica, ma non ci si può difendere pur conoscendola bene ma senza il giusto "mordente".

 

- A chi è rivolto il corso? C'è un limite di età o qualche requisito?

Il corso è rivolto a tutti, non ci sono limiti di età ne alcun requisito particolare.

Nel nostro modo di vedere il Krav Maga, non è la persona che si deve adattare al sistema, ma il sistema che adatta alle esigenze e caratteristiche fisiche della persona, perché deve poter difendersi sia il militare, sia l' atleta, sia la ragazzina, sia la casalinga, sia persona anziana; fra gli esempi esposti cambia solo la fisicità da individuo ad individuo.

Tutto questo non è però da confondere con la superficialità o la leggerezza, perché rimane comunque un corso impegnativo dove ognuno è spronato a mettere continuamente in discussioni i propri limiti, sia fisici ma soprattutto emotivi.

 

- Ci sono dei combattimenti di Krav Maga?

Il Krav Maga è un sistema di origini militari mirato a sopravvivere o in altre parole portare a casa la propria vita e quella dei propri cari in caso di situazione ostile. Questo risultato lo si cerca di ottenere con la prevenzione, il modo di porsi, le parole, il linguaggio del corpo, l' empatia e per ultimo la reazione fisica.

Nel nostro modo di concepire il Krav non esistono i combattimenti perché certi modi di colpire (scorretti) non possono essere utilizzati e non si possono utilizzare oggetti; inoltre il nostro scopo non è sconfiggere un avversario ma tutelare al meglio la propria incolumità e quella altrui.

Il combattimento inteso come quello degli sport da combattimento "sparring" , può essere fatto per puro allenamento per fare fiato e per allenare l' istinto nel prevedere e anticipare su alcune tecniche (non obbligatorio); viene invece però  proposto uno stress test "condizionato", dove l' istruttore con le opportune protezione emula a livello fisico ma  soprattutto empatico e fisico un aggressione basata sulle situazioni e tecniche viste, dove l' allievo può prendere coscienza delle sue risposte in situazione di forte stress.

 

 

 

- C'è un età minima per accedere al corso?

Di solito accettiamo ragazzi a partire dai 17 anni con l' autorizzazione dei genitori, non perché sia pericoloso ma perché affrontare determinati argomenti e certi modi di colpire richiedono un po' di maturità.

Ci sono casi in cui vengono accettati anche ragazzi sui 15/16 anni ma solo in con il consenso ela  presenza di un genitore/tutore e ogni caso è da valutare volta per volta.

 

 

 

- Ci sono i  disarmi con i coltelli?

Si ci sono, ma per il nostro modo di concepire il Krav Maga il disarmo il più delle volte non è necessario, perché si cerca di dare fondamentale importanza all' efficacia della parata/colpo (nel caso di un attacco) e nel colpo/reazione/empatia (nel caso di una minaccia) nella realtà se questi sono efficaci molto spesso il coltello o cade da solo o viene via facilmente.

 

 

 

Per qualunque  altra domanda compilate il seguente form, vi risponderemo privatamente e pubblicheremo quelle più interessanti o più richieste.

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti